Le scatole portadocumenti, una soluzione contro l’ufficio disordinato

Come tutti sappiamo, tenere in ordine il proprio ufficio oppure, molto più semplicemente, la propria abitazione, è un obiettivo che tutti noi dobbiamo avere per evitare di vivere nel caos più totale.

Bollette, certificati, cartelle cliniche, cartelline portadocumenti personalizzate o altri documenti che fanno parte della vita privata di una persona, non possono essere dispersi per la casa senza dar loro alcuna importanza. L’ordine, inoltre, diventa ancora più importante nel momento in cui ci si trova su un posto di lavoro con dei colleghi, che pretendono di trovare tutti i documenti (fatture di vendita/acquisto, contratti, ed altre pratiche amministrative) al loro posto per poterli tirare fuori al momento del bisogno.

E’ proprio questo il motivo per cui, oltre al sistema di archivio, sono nate le scatole portadocumenti, che costituiscono una valida soluzione contro il disordine della casa e dell’ufficio, oltre che un oggetto facile da utilizzare e, per gli amanti del fai-da-te, anche da fabbricare. Quali sono i materiali che servono per produrre una scatolina portadocumenti personalizzata? Scopriamolo nel prossimo paragrafo.

LA SCATOLA PORTADOCUMENTI: ECCO COME FABBRICARLA

Ora che abbiamo spiegato cosa sono le scatoline portadocumenti, spiegheremo come si fanno. I materiali necessari per creare scatole portadocumenti personalizzate sono:
– una scatola di cartone destinata ad essere gettata;
– una pistola termocollante;
– forbici;
– un pennarello;
– stampe adesive oppure stampe colorate.
Ora che abbiamo elencato i materiali, ecco come procedere:
1) per prima cosa, prendere la scatola di cartone ed aprirla completamente, togliendo la colla dalle parti incollate, fino ad ottenere una base di cartone aperta;
2) prendere un archivio di documenti da rinnovare, posizionarlo sopra la base di cartone aperta e con il pennarello tracciarne i contorni, riportandone anche le misure;
3) tagliare con le forbici da vecchi indumenti clips e bottoni, che dovranno essere usati successivamente per chiudere la scatola. Per questa operazione, accertarsi, nel caso dei clips, di separare il clip maschio dal clip femmina;
4) fare le dovute pegature al cartone, dopodichè accendere la pistola termocollante. Una volta calda, incollare i clips ed i bottoni precedentemente tagliati nei punti in cui si intende chiudere la scatola. Per completare al meglio questo passaggio, bisognerà accertarsi sempre di aver seguito l’archivio che è stato preso a modello;
5) infine, lasciare che la colla faccia presa e decorare la scatola portadocumenti con le stampe adesive. Nel caso non si disponga di questo tipo di stampe, niente paura: si potranno tranquillamente utilizzare dei disegni colorati, che potranno essere scelti in base ai propri gusti; le scatole portadocumenti ottenute, infine, potranno essere abbinate alla stanza in cui si intende collocare l’archivio.

Autore dell'articolo: Andrea Minolli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *